Home » Progetti » Tratti in miniera (Pagina 2)

Category Archives: Tratti in miniera

Villaggio dei Pescatori di Porto Paglia

Il film “L’amore e la follia” sarà in proiezione
martedì 9 luglio 2013, alle 21:30
presso il piazzale Villaggio dei Pescatori di Porto Paglia

La presentazione sarà a cura del regista Giuseppe Casu.

old-tuna-porto-paglia-south-sardegna
foto by Trairao

L’evento è organizzato dal Centro Servizi Culturali di Carbonia Iglesias in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Gonnesa.

Ingresso libero

L’amore e la follia a Rivoli (TO)

Dopo Roma, Giuseppe e Silvestro proseguiranno alla volta di Torino.
Il film “L’amore e la follia” sarà proiettato
domenica 9 giugno alle ore 18:00
presso il Circolo dei Sardi 4 Mori di Rivoli (TO)
via fratelli macario, 54.

Roma_Nuovo Cinema Aquila

Oggi alle 22:30 e domani alle 17:00
al Nuovo Cinema Aquila (Roma)
proiezione del film “L’amore e la follia” di Giuseppe Casu
accompagnano il film il regista Giuseppe Casu e uno dei due protagonisti Silvestro Papinuto.

Manlio a 40 anni lascia l’insegnamento per andare a lavorare in miniera ma, per conoscere se stesso e questo nuovo mondo, deve assumere il ruolo più infame: il cronometrista. Ora ha 82 anni.
Silvestro lavora in miniera da quando ha 23 anni, è figlio di minatore, figlio della miniera, fa l’amore con la montagna. Ora ha 61 anni.
I percorsi di questi due uomini, diversi ma paralleli, si congiungono nel ’92, quando si barricano per mesi nella miniera di San Giovanni, minando l’ingresso con l’esplosivo per scongiurarne la chiusura e la desertificazione del territorio.
Ora che le miniere sono chiuse e il temuto deserto avanza, Manlio e Silvestro tentano di trasmetterci un messaggio…

Segnalazioni…

TG3images

All’interno della puntata di martedì sera di Tg3 Linea Notte
Giuseppe Casu ha presentato il film “L’amore e la follia
in proiezione
a Roma al Nuovo Cinema Aquila
giovedì 6 giugno alle ore 22:30
e venerdì 7 giugno alle ore 17:00

logoRPp

Segnaliamo anche un promo di “Ilva, c’era una rivolta” andato in onda questa mattina all’interno de “Il mattino di Popolare Network – Il fatto del giorno

CONTEST…arriveremo a Roma…

L’amore e la follia” sarà proiettato giovedì 6 giugno alle ore 22:30
e bomba o non bomba…BUONA VISIONE!!!

Territori_100x140_FOTO-1-731x1024

CONTEST – IL DOCUMENTARIO IN SALA
Roma, dal 6 al 9 giugno 2013 al Nuovo Cinema Aquila

L’AMORE E LA FOLLIA di Giuseppe Casu

LA SECONDA NATURA di Marcello Sannino

LE LIBRAIRE DE BELFAST di Alessandra Celesia

LO STATO DELLA FOLLIA di Francesco Cordio.

MATERIA OSCURA di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti

NOMUOSFILM di Enzo Rizzo

SMS-SAVE MY SOUL di Piergiorgio Curzi

Nuovo Cinema Aquila | Spazio per Nuove Visioni
via L’Aquila 68 – 00176 Roma RM – centralino: +39 06 70399408

Link:
www.cinemaaquila.com

Questione di stili_Premio Giornalistico Sabrina Sganga 2013

Sabato 18 maggio a Firenze, durante Terra futura, c’è stata la proclamazione dei vincitori della prima edizione del Premio giornalistico Sabrina Sganga “Questione di stili”:

Menzione Speciale a Gianluca Stazi
per l’opera “Abruxia

Per la cura e la qualità redazionale ed editoriale che rendono il lavoro documentario fortemente evocativo e di grande impatto. Le battaglie sindacali dei minatori della SIM del gruppo ENI, sono ricordate nel viaggio attraverso le gallerie allagate e i resti dei villaggi minerari, in un racconto denso di emozioni e ben articolato che fanno dell’opera un lavoro di grande pregio.

Consegna la menzione Vera Sganga.

PremioSabrinaSgangaAbruxia

Menzione Speciale a Daria Corrias
Per l’opera “Madrid Rìo: un progetto di trasformazione urbana

per la scelta di documentare in modo dettagliato ed efficace una buona pratica urbanistica di una grande città nonché per aver allargato lo sguardo e gli orizzonti di riflessione in ambito europeo.

Consegna la menzione Ludovico Guarnieri

PremioSabrinaSgangaMadridRio

La giuria del premio Sabrina Sganga Questione di stili
ha ritenuto di attribuire il premio 2013 per la miglior trasmissione radiofonica
ad Andrea Tornago per l’opera “L’ex cava Piccinelli, una minaccia dimenticata

L’inchiesta giornalistica che racconta la storia della cava dismessa a Brescia contenente materiale radioattivo che potrebbe aver inquinato la falda acquifera della città.

locandina_premio_1

Presidente della giuria:
Francuccio Gesualdi,
Centro nuovo modello di sviluppo

Membri della giuria:
Massimo Cirri, Caterpillar, Radio2
Danilo De Biasio, Radio Popolare
Stefano Floris, insegnante, collaboratore di Sabrina Sganga a Controradio, socio fondatore coop. MAG Firenze
Ludovico Guarneri, scrittore, narratore della medicina olistica
Camilla Lattanzi, autrice radiofonica, collaboratrice di Sabrina Sganga a Controradio, attivista
Luigi Lombardi Vallauri, filosofo del diritto, esperto di diritti degli animali
Francesco Meneguzzo, scienziato, ricercatore del Cnr
Vera Sganga, naturopata
Angela Terzani, scrittrice
Sandro Veronesi, scrittore
Raffaele Palumbo, giornalista di Controradio

Link:
Le foto della cerimonia di premiazione “Questione di stili”
www.premiosabrinasganga.it
www.controradio.it
radio popolare network
www.terrafutura.it

CONTEST 013 – IL DOCUMENTARIO IN SALA

Siamo lietissimi di annunciare la nostra partecipazione alla
TERZA EDIZIONE DI
CONTEST – IL DOCUMENTARIO IN SALA

territori_web-1

Roma,
dal 6 al 9 giugno 2013 al Nuovo Cinema Aquila

La rassegna dedicata al cinema del reale offre quest’anno sette film in concorso sul tema ‘Territori’ e tre proiezioni speciali per una quattro giorni pienissima, dalle 18.30 in poi!

Questo appuntamento ricorrente, oltre ad aver rappresentato un esperienza pilota per quello che riguarda la promozione del documentario italiano nelle sale cinematografiche, è stato poi ripreso successivamente in altre città contribuendo cosi ad una moltiplicazione delle sale che in Italia oramai mettono a disposizione stabilmente i propri spazi per la diffusione del cinema del reale.

La terza edizione, dopo le esperienze precedenti dedicate al tema delle nuove generazioni e a quello delle Memorie, si soffermerà sui Territori e i meccanismi di resistenza messi in atto per difenderli ma anche dei territori della mente e della condizione umana, e si caratterizzerà come un vero e proprio festival di cinema italiano, saranno infatti sette i documentari in concorso che, valutati da una giuria del pubblico, concorreranno al premio AQUILA Doc che consiste in una settimana di programmazione in sala. Infine, il programma prevede anche una sezione Fuori Concorso composta da tre titoli dedicata al tema delle stragi irrisolte,

I film in concorso – Anticipazioni

Sette titoli come detto, tutti di recente produzione, premiati in diversi Festival e nella loro maggior parte proiettati in anteprima a Roma. Come nel caso di NOMUOSFILM di Enzo Rizzo, anteprima assoluta dello scempio previsto della Riserva Naturale Orientata Sughereta di Niscemi dove il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti si appresta a costruire il Mobile User Objective System, sistema di comunicazioni satellitari ad altissima frequenza, o nel bellissimo MATERIA OSCURA di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, presentato nell’ultima edizione della Berlinale, che racconta un luogo di guerra in tempo di pace, il Poligono Sperimentale del Salto di Guirra tra le province di Cagliari e Nuoro, dove da oltre cinquant’anni i governi di tutto il mondo hanno testato armi nuove”, compromettendo inesorabilmente il territorio, così come le miniere dell’Iglesiente e i personaggi che le popolano sono protagoniste de L’AMORE E LA FOLLIA di Giuseppe Casu. Infine, ecco l’approccio poetico tracciato da Alessandra Celesia nel suo LE LIBRAIRE DE BELFAST, vincitore dell’ultima edizione del Festival dei Popoli.
Completano il programma il racconto e l’incontro straordinario con Gerardo Marotta nello splendido LA SECONDA NATURA di Marcello Sannino, SMS-Save my soul di Piergiorgio Curzi, un vero e proprio saggio narrativo sulle relazioni affettive al tempo della comunicazione digitale, virtuale e frammentata, e per concludere l’indagine, serrata senza sconti sugli OPG italiani e le 1500 persone che “ospitano”, in LO STATO DELLA FOLLIA di Francesco Cordio.

I Film fuori concorso – Anticipazioni

Questa piccola sezione formata da tre Doc, PER MANO IGNOTA – PETEANO UNA STRAGE DIMENTICATA di Cristian Natoli, UN SOLO ERRORE – Bologna 2 Agosto 1980 di Matteo Pasi e prodotto da Ass. Pereira e SUICIDIO ITALIA di Filippo Soldi , prende spunto dall’impegno di singoli e associazioni che ostinatamente si spendono per contribuire a tenere viva la memoria di alcune delle pagine più oscure della storia della Repubblica Italiana.

EVENTI

La “Cantata NOMUOS” di Matilde Politi

Matilde Politi è attrice, musicista, cantante; dal 2000 si dedica alla ricerca e riproposizione del repertorio dei canti tradizionali siciliani, all’interno di una ricerca più ampia sulla musica tradizionale del Mediterraneo, alle quali si aggiunge la scrittura originale di brani in siciliano che raccontano la società attuale. La “Cantata No Muos” è una storia scritta nella forma tradizionale siciliana del cantastorie, ottave di endecasillabi in rima che il cantastorie canta e cunta accompagnandosi con la chitarra e servendosi di un cartellone illustrato; la cantata nasce con l’intento di raccontare la storia del movimento no muos, nella maniera in cui per secoli il popolo in Sicilia si è autoraccontato: in questo senso la cantata è del movimento, uno strumento per raccontarsi e per fare informazione militante.

Tutti gli Autori e le Autrici saranno presenti in sala.

Tra gli ospiti invitati, hanno garantito la loro presenza, Cecilia Mangini, Davide Oberto, Christian Carmosino.

Proiezioni ore 18.30- 20.30- 22.30
Il prezzo del biglietto è di 5 euro.

Direzione Artistica: Massimo Vattani

LINK:
www.cinemaaquila.com

Percorrere e interpretare: suggestioni per il Sulcis

Tratti Documentari al Salone del libro di Torino

suggestioni_per_il_sulcis_M

Torino Lingotto Fiere
sabato 18 maggio, alle ore 18.00,
padiglione n.2, stand dell’AES – k 72.

Incontro con:
Bianca Berlinguer, giornalista,
Marco Corrias, scrittore e giornalista
Dario Coletti, fotografo
Giuseppe Casu, regista

…una fabbrica di idee per cercare insieme un’alternativa possibile all’immobilità.

Attraverso le suggestioni e riflessioni proposte dagli ospiti dell’evento, tutti accomunati da una lunga esperienza dell’isola e in particolare del Sulcis, si cercherà di costruire un percorso sul territorio, fatto di cultura e storia, di ricordi e memoria condivisa, per arrivare a costruire nuovi percorsi di lettura e nuove interpretazioni, nuove idee e proposte per la rinascita di un luogo ricco di bellezza e potenzialità, all’interno delle più ampie coordinate europee.

Percorrere e interpretare: suggestioni per il Sulcis.
è ideato e realizzato dall’Associazione Culturale Malik,
in collaborazione con l’Associazione dei sardi in Torino Kinthales e dell’Associazione degli Editori Sardi

Link:
www.associazionemalik.it
www.salonelibro.it